Menu Chiudi

HubFutures-Comuni e Giovani al centro dell’innovazione

Inizia la fase operativa del progetto “Hubfutures: Comuni e Giovani al centro dell’innovazione” di cui Il Comune di Alessandria è capofila, in partenariato con i Comuni di Bosco Marengo, Castellazzo Bormida, Castelletto Monferrato, Fubine, Quattordio, Serravalle Scrivia, Solero, l’Associazione Cultura e Sviluppo, l’ASM Costruire Insieme, la Cooperativa sociale Azimut e Reseau Entreprendre Piemonte.

 

L’Amministrazione Comunale ha infatti partecipato a  “Giovani e Impresa – Avviso pubblico per la presentazione di proposte progettuali rivolte all’orientamento della popolazione giovanile verso la cultura di impresa” bandito da ANCI (Associazione dei Comuni Italiani”), ed è risultata vincitrice del contributo.

Il progetto è stato valorizzato per un totale di € 190.000,00 con l’ambizioso obiettivo di mettere in campo politiche giovanili programmate, coinvolgendo i giovani per creare opportunità di reddito e occupazione, in un’ottica di sviluppo locale, con particolare attenzione ai settori del turismo, dell’arte e delle nuove tecnologie.

 

Infatti, nonostante le politiche attive del lavoro e di sostegno alla nascita di nuova imprenditorialità non siano tra le funzioni “tipiche” dei Comuni italiani, l’Amministrazione e la rete dei partner hanno voluto dare spazio alle nuove generazioni di imprenditori estendendo il “raggio d’azione” a tutti i territori dei comuni coinvolti, consentendo così a una parte consistente della popolazione giovanile l’accesso a strumenti, conoscenze e servizi.

 

Le azioni di progetto prenderanno avvio nel mese di giugno 2024 e prevedono numerose attività che, anche grazie alla collaudata esperienza nell’engagement dei giovani di tutti soggetti coinvolti, promuovano la disseminazione di una cultura d’impresa sia tra  le nuove generazioni che tra le istituzioni.

In particolare verranno attivati Hub Informativi negli 8 comuni coinvolti nei quali sarà possibile ottenere informazioni specialistiche e avere la consulenza gratuita di professionisti (ad esempio commercialisti, avvocati, esperti di comunicazione e di redazione di business plan)

Non di meno è in programmazione un ricco palinsesto di incontri informativi con esperti e testimonial e dei veri e propri laboratori itineranti per la messa a punto di idee d’impresa e la simulazione aziendale.

Infine verrà data alle ragazze e ai ragazzi la possibilità di sperimentare “una settimana da imprenditore” attraverso l’esperienza di job shadowing aziendale: i giovani aspiranti imprenditori nei  settori del turismo, dell’arte e delle nuove tecnologie potranno seguire e osservare professionisti senior per un’ intera settimana di lavoro; un’attività che consente di vivere la quotidianità di un’impresa al fine di comprendere meccanismi e processi non sempre evidenti e di ridurre i rischi legati a forme di idealizzazione.

“Grazie a un lavoro di rete e la messa in condivisione di saperi e conoscenze” – dichiara l’Assessora alle Politiche Giovanili Lavoro e Formazione  – “questo progetto vuole offrire strumenti pratici e indispensabili per i giovani interessati al mondo imprenditoriale. Ma c’è di più. Il progetto è concepito come un laboratorio vasto di riflessione sulle nuove sfide che attendono gli imprenditori di domani in ordine alla sostenibilità ambientale, l’inclusione, la multiculturalità, la globalizzazione, l’innovazione e le nuove tecnologie. Soprattutto si intende prevenire e contenere al massimo la mortalità, quasi endemica, delle start up attraverso percorsi di empowerment che consentano, da una parte, di operare scelte consapevoli e informate e, dall’altra, di sostenere ed enfatizzare le vocazioni del territorio.”

 

Per ulteriori informazioni e pre-adesioni è possibile contattare: