Come creare un'associazione

Lo statuto dell'associazione

Se avete scelto di creare un'associazione, dovete sapere che le organizzazioni di volontariato sono regolamentate dalla legge quadro 266 e che questa normativa determina tutte le caratteristiche base di un'associazione.

È necessario sapere che le organizzazioni di volontariato non possono avere scopo di lucro, che devono essere democratiche, che le cariche degli organi collegiali devono essere elettive e temporanee, che i soci devono prestare gratuitamente la loro opera ed altre informazioni del genere.

Quindi il primo passo da fare è leggere attentamente la normativa, per non incorrere in errori e per sfruttare tutti i vantaggi che la legislazione concede a questa configurazione sociale.

Occorre innanzitutto procedere alla creazione di uno statuto. Lo statuto è il documento che regola la vita associativa, specificando il fine sociale, dettando le norme per la formazione degli organi collegiali, per l'elezione del presidente, per la regolarità delle assemblee dei soci, per la redazione del bilancio.

Presso le principali organizzazioni di Associazioni (ARCI, UISP, AICS, ecc., segnalate nella parte conclusiva della sezione) è possibile trovare uno statuto tipo, adattabile alle esigenze specifiche di ogni associazione, e consulenza per creare e gestire un'associazione; inoltre, affiliandosi a queste, con un costo variabile è possibile ottenere ulteriori vantaggi.

L'atto costitutivo

È il documento che attesta la nascita di un'associazione.
Esso è a tutti gli effetti un atto di nascita e definisce i "dati anagrafici" dell'associazione stessa, indicandone la sede sociale, i soci fondatori, la data di nascita.

Questo documento deve essere firmato dai soci fondatori, che attestano liberamente di associarsi per perseguire un fine legale e nel nostro caso legato al volontariato.

Siamo molto avanti con la nostra associazione, ma c'è ancora da fare. In questo momento la nostra organizzazione è nota soltanto ai soci e agli eventuali beneficiari dei suoi servizi.
Il passo da fare ora è quello di renderla pubblica, notificandone la presenza all'Agenzia delle Entrate.

Registrare un'associazione

Il riconoscimento di un'associazione presso l'Agenzia delle Entrate (piazza Turati, 4 • 848.800.444ul.alessandria@agenziaentrate.it) comporta un costo di € 168,00 oltre al costo dei bolli.
Questo atto permette un pubblico riconoscimento della vostra associazione.

Per essere riconosciuti bisogna produrre duplice copia dell'atto costitutivo e dello statuto dell'associazione firmati da tutti i soci fondatori.

Il presidente (o un altro rappresentante) dell'associazione si dovrà recare per la vidimazione dei documenti all'ufficio atti privati presso l'Intendenza di Finanza.
Dovrà compilare un modulo fornito dall'ufficio stesso esplicitando la richiesta di esenzione da ogni tassazione ai sensi della legge 266/91. La vostra associazione è ora riconosciuta dallo Stato.